1. Sono in tanti che pur avendo patologie serie non possono ricevere il vaccino anticovid-19 perché, pur avendo la sclerosi multipla, per esempio, vengono esclusi dalla lista perché possono stare comodamente seduti sulla sedia a rotelle e quindi non hanno la priorità del vaccino. Altri, pur avendo figli e parenti disabili, non possono ricevere il vaccino perché ancora riescono a respirare e quindi non sono considerati gravi. Le normative regionali e nazionali, miscelati in questa caotica situazione sanitaria, stanno contribuendo a dividire sempre di più le fasce deboli ed a mettere in seria difficoltà gli stessi operatori sanitari che devono ottemperare all'inefficienza e quindi alla incapacità di asserori regionali e ministri alla salute che dettano regolamenti senza nessun criterio. Questa è la Sicilia,questa è l'Italia.
        Nello La Fata.